Marittimo

(28 febbraio 2018)        



18. Seminario del carico marittimo SSC
1. & 2 febbraio 2018
Hotel Victoria-Jungfrau & Spa, Interlaken

Il Consigliere nazionale Fabio Regazzi, Presidente dello SSC, apre il seminario del carico marittimo 2018 e porge il benvenuto agli oltre 130 partecipanti.
Attualmente l’economia è in fase di crescita e permette di guardare al futuro con un certo ottimismo. Tuttavia non va dimenticato che l’economia dipende fortemente dalle vie di trasporto. Questo fatto è emerso in tutta la sua ampiezza in occasione dell’interruzione della tratta ferroviaria a Rastatt (D), in agosto dell’anno scorso. Non da ultimo a causa della nostra posizione geografica, siamo dipendenti da una collaborazione stretta e intensa con i nostri Stati vicini.
Anche la sicurezza IT è da tempo al centro dell’attenzione: un cyber attacco presso una delle società armatrici più grandi al mondo ha catapultato questo tema tra quelli di attualità.

Dopo una breve introduzione dei temi all’ordine del giorno da parte del moderatore Christian Doepgen, caporedattore dell‘Internationalen Transport Journals ITJ, il Direttore di Swiss Shipper’s Council Philipp Muster ha riassunto le novità implementate dall’associazione e i progetti futuri. L’attività delle commissioni, commercio estero & commissione dogane, WOPALIM e commissione del diritto dei trasporti, costituiscono un pilastro centrale della nostra associazione e vi contribuiscono in modo determinante. Il mantenimento del termine di 60 giorni in relazione all’articolo 34 della Legge sulle dogane rappresenta un successo per la commissione del commercio estero. La prevista revisione degli Incoterms, occuperà la commissione WOPALIM sotto la guida di Dieter Wintergerst. E anche la commissione del diritto dei trasporti, rappresentata dal Prof. Dr. Alexander von Ziegler, si caratterizza per un coinvolgimento orientato alla pratica dei diritti dei trasporti dei singoli vettori e per l’organizzazione di seminari specialistici su temi attuali.

In seguito il Prof. Dr. Alexander von Ziegler ha presentato i nuovi sviluppi nel diritto marittimo e il lavoro del Comité Maritime. Frank Glienke di Lindt&Sprüngli International AG ha mostrato dettagliatamente l’introduzione e la modifica dell’intera supply chain management dell’impresa sulla piattaforma efreight e le possibilità che questa soluzione offre. Nelle relazioni del Prof. Dr. Andreas Furrer, MME Legal | Tax | Compliance e di Christiane Schumann, Mash GmbH, si è parlato delle modifiche delle procedure di conciliazione e delle opportunità che i documenti di carico digitali offrono. Al termine è stato possibile approfondire questi elementi interessanti ma anche complessi in occasione di diversi workshop.

Jens Römer, a. hartrodt (Belgium), ha messo in luce le sfide nell’era digitale per i seafreight forwarder. Alan Murphy di SeaIntel Maritime Analysis si è concentrato sull’interrogativo se la crisi del trasporto marittimo sia prossima al termine o meno. Gerhard Oswald, GOMULTIMODAL GmbH si è invece concentrato sulla problematica delle capacità e su soluzioni strategiche in grado di migliorare la situazione. Andreas Bullwinkel, JadeWeserPort- Marketing GmbH & Co. KG ha permesso uno sguardo su alcuni ostacoli e richieste curiose ai quali è confrontato un porto al momento del collegamento con la zona portuale di riferimento, di modo che quest’ultima sia in equilibrio con l’ambiente e la protezione della natura.

Dr. Erik Evtimov, CIT, ha mostrato una variante ferroviaria al trasporto marittimo per merci destinate o provenienti dall’Asia. Daniel Deckers, Antwerp Port Authority ha presentato le possibilità del porto di Anversa quale Smart Hub nella catena logistica. Con Daniele Testi di Contship Italia S.p.A. erano rappresentati i porti meridionali, che hanno presentato la loro offerta e il risultato degli investimenti degli ultimi anni.

Patrick Allemann, Proxeus, ha parlato delle modifiche del contesto commerciale indotte dalla digitalizzazione e la semplificazione dei processi attraverso la tecnologia e le applicazioni blockchain. Il Dr. Alessandro Pitto del Spediporto di Genova ha permesso uno sguardo al passato e al futuro delle modiche del porto di Genova in seguito alla digitalizzazione.
Il secondo giorno, venerdì, Daniel Rudin, MELANIE, ha fornito una panoramica sulla cybersicurezza in Svizzera, la carta dei pericoli, gli attori e le possibilità di proteggersi e difendersi. Franco Cerminara, InfoGuard AG, ha informato tra le altre cose sui principali rischi aziendali, i diversi tipi di attacco, il Darknet e misure utili per l’ottimizzazione della cybersecurity nelle imprese.
Chris Welsh, di Global Shippers’ Forum ha messo in luce il consolidamento e le alleanze strategiche il cui numero negli ultimi 12 mesi è stato superiore a quello negli ultimi 12 anni. Questa tendenza porta con sé un certo rischio per i caricatori.

Per concludere, Erwin Markowsky ha messo in guardia sulla sicurezza delle informazioni. Lo ha fatto intrattenendo la platea con diversi esempi che hanno dimostrato che le misure tecniche da sole non bastano per garantire un sufficiente livello di sicurezza nelle imprese. Attraverso esempi di live-hacking di notebook e smartphone, Markowsky ha parlato anche dei pericoli presenti nel mondo digitale che minacciano sia le imprese sia gli utenti di internet privati. La presentazione di alcuni esempi molto concreti ha rafforzato la consapevolezza dei partecipanti nei confronti della cybercriminalità.


Il follow-up con la documentazione del 18mo seminario del carico marittimo dello SSC è caricato e a vostra disposizione su intranet.
Per favore effettui il login con la sua attuale password.


Un grande grazie agli sponsor del seminario per il loro sostegno:

Co-main sponsor:

                 



Lunch sponsor:


                 



Coffee break sponsor:

 
   

      



 

 

Altri sponsor:

 

 
             

          

 

 

 

 

 

(14 settembre 2017)  Porto di Rotterdam: Difficoltà nel trasporto di container
Una delegazione del Comitato SSC ha partecipato con altri rappresentanti di associazioni ad un tavolo di discussione organizzato dal porto di Rotterdam sulla problematica del trasporto dei container.
L’incontro si è tenuto l‘8 settembre 2017 e lo Swiss Shippers‘ Council era rappresentato attraverso il suo nuovo direttore, Philipp Muster e Urs Wagenbach di Nestlé Suisse SA e membro di comitato dello SSC.
Comunicato stampa del porto di Rotterdam (in inglese)


(7 settembre 2016)   Informazioni sul fallimento di Hanjin Shipping
Settimana scorsa Hanjin Shipping ha annunciato il fallimento. Il management sta ora tentando di salvare la società e ha ricevuto dalle autorità competenti la possibilità di presentare, entro il 25 di novembre, un piano di ristrutturazione. La società ha anche ricevuto la protezione degli Stati Uniti di fronte ai creditori, per evitare che questi blocchino le navi.
In allegato trovate un documento del Global Shippers’ Forum che fornisce consigli il recupero delle merci non fornite.
Hanjin Receivership Advice for Shippers (in inglese)


(9 giugno 2016)   Informazioni SOLAS – Aggiornamento
Il gruppo di lavoro svizzero si è ritrovato nuovamente il 3 giugno 2016.

Ecco le informazioni che possiamo comunicare:

1)

 

L’IMO ha confermato che l’entrata in vigore del nuovo regolamento è il 1. luglio 2016, ma fissa un termine transitorio di tre mesi, fino al 1. ottobre 2016
MSC.1/Circ.1548

2)



-


-


-

Una nuova circolare con informazioni attuali dell’ONSM è stata pubblicata allo stesso tempo di quelle delle tre associazioni.
Regolamentazione SOLAS "Container Weighing" con effetto dal 1° luglio 2016: stato attuale prima dell‘introduzione

Capitolo VI della Convenzione internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare: verifica del peso lordo dei container (USNM)

SOLAS Chapter VI - Verifying the gross weight of containers (SMNO)

3)

Un documento interessante è stato pubblicato dal Belgio e fornisce indicazioni supplementari.
The Solas Amendment - VEA | CEB



SWISS SHIPPERS' COUNCIL
Place de la Riponne 1
Case postale 1346
1001 Lausanne
Tél. +41 21 320 32 39
Fax +41 21 323 31 24
E-Mail info@swiss-shippers.ch

tsm INSURANCE sisa Swiss World Cargo VTT MAC Quality